Videos

Festival Milano Musica 2019, istallazione di  Arpa di Luce a Milano nella chiesa di San Celso: esecuzione del brano Col nettare divino, anche la gioia, composto  da Pietro Pirelli, eseguito assieme alla soprano Alda Caiello.


Radio Drum, by man’s hand  (official video)

Work by Pietro Pirelli for the exhibition “Art Spaces” Join Research Center, Ispra, Italy – fall 2017. A number of artist are involved in contending with a cilindrical black drum the same kind that will contain radioactive waste in past generated by EURATOM.


Scultura di voce

Light sound installation using IDROFONO. It has been settled in the context of a theatre performance where public is moving in different rooms interacting with actors and artist’s installations. As special guest came Gavino Murgia singing in the sardinian Tenores stile. Teatro Franco Parenti, Milan – spring 2017


IDROFONO Pelle di Donna

Per la mostra a cura della Fondazione Mazzotta, Triennale di Milano, gennaio 2012. Installazione interattiva visitata da un vastissimo pubblico. Il loop percettivo: la pelle del tamburo genera il suono che percorre il dispositivo dell’idrofono; mediante una proiezione luminosa che attraversa il moto ondoso dell’acqua il suono si ripresenta in forma di luce materializzandosi sulla pelle del tamburo.


Arpa di Luce – Mirabil Uso

Installazione site specific sui “Trepponti”di Comacchio, in omaggio all’anguilla, catturata con “Mirabil Uso” dai pescatori del delta del fiume Po. Concerto di Pietro Pirelli assieme al contrabbasso di Lorenzo Serafin e l’oud del musicista palestinese Wisam Gibran. Arpa di Luce è suonata da un sistema di 11 pendoli leggermente scalati fra loro (Wave Pendulum), che generano un movimento a serpentina che ricorda l’anguilla. Commissione Ravenna Festival 2015.


Pietro Pirelli suona l’Arpa di Luce nell’aria “Possente Spirto”, dall’Orfeo di Monteverdi. Con questo grande strumento di luce Orfeo incanterà Caronte e riuscirà a raggiungere negli inferi la sua Euridice. Vittorio Prato canta Orfeo.

Estratto dal progetto interculturale JAPAN ORFEO,  di Aaron Carpenè (dir. orchestra)
e Stefano Vizioli (regia). Eseguito nel tempio di Kamakura e al Metropolitan di Tokio, alla presenza dell’Imperatrice del Giuappone.

http://japanorfeo.com/en/


Arpa di Luce – Laser Wave Pendulum/scenografia di rapporti numerici

Aziono simultaneamente una linea di pendoli di lunghezza a scalare e ottengo un divenire di relazioni oscillatorie che non smette mai di incantarmi. E’ una musica silenziosa che vaga dall’ordine prevedibile di un moto a serpentina ad una complessa combinatoria, quasi caos, per tornare per pochi istanti a figure nuovamente comprensibili. Voglio vedere ciascun pendolo come un individuo parte di un flusso corale. In questo tunnel ci si può avventurare. Purché si sappia quando entrare…..

ideazione, sviluppo musicale e visivo Pietro Pirelli-sviluppo tecnico Gianpietro Grossi-sviluppo software interattivo Antonello Raggi- produzione AGON

Palazzo M, Latina, commissione Digital Life Roma Europa 2014sviluppo dell’idea presentata la prima volta sulla scena del Teatro Studio, Milano per Alan Turing, A stage Case History.


Arpa di Luce, una delle prime installazioni 

Imagine to graze with the fingers a bundle of light’s strings, stretched through a huge architectural space. It comes out the sound of a harp, the architecture turns into a big cord device whose music is the one most liked by the gods, since it expresses the Harmony of the Heaven Spheres (Ovidium, Methamorphosis, book 11). Following this sound, like Pitagora, we turn our gaze upwards thus discovering that our musical action creates also a wonderful series of light’s events.
If tapped by swinging objects, the laser harp is sensitive to the visitor’s movements and to hear and see are carried out by the very same gesture.
This Laser Harp is realized from cooperation between Gianpietro Grossi- Laser Engineer, Francesco Murano-Light Designer and Pietro Pirelli-Musician and visual artist.  It is capable to lay from 4 up to more than 25 mt straightaway. Achieving this long dimensions, we begun to set the laser rays as we wanted to put into vibration the architecture, which becomes resonating chamber of the 11 tightened light strings. Laser harps had been already presented since many ears, but our effort was to move from the technical invention towards a real piece of art and poetry , able to evoque a new expressive universe. In fact with Arpa di Luce we deeply developed musical expressivity and variety. We observed then that musical action on the strings was creating extraordinary sequences of light vibrations, as well. Music continues to be heard even if sound is silent. (2011)


Arpa di Luce – Turing, a staged case history 

It’s a variation of Arpa di Luce, the laser harp created with Gianpietro Grossi. It’s custom made for a theatrical play devoted to Alan Turing.

11 scaled pendols, each one intercepting it’s laser beam, oscillate playing a polymetric rhythm. The Alan Turing actor plays the sounds of the very first internet. Then observes the numeric relations between the different periods and passes trough this complex combination using his body. Alan was a scientist and a marathon runner as well. Pietro Pirelli is acting “Kronos.

Stagione Piccolo Teatro, Milano-Produzione AGON 2012. Regia Maria Elisabetta Marelli


IDROFONI – Fonodendro

grande installazione per “Luminaria/Digitalife”, RomaEuropa Festival, Macro Testaccio, autunno 2015 – Gli idrofoni vibrano dal suono generato da una grande sega circolare trasformata in gong….

Riprese video: Eugenio Manghi.


IDROFONI Mumbai Traffic Flowers

Su proposta della Fondazione Antonio Mazzotta, Pietro Pirelli è stato invitato da ArtOxygen a rappresentare l’Italia per Encounters 2013 – powerPlay.
La manifestazione di arte pubblica, che si è tenuta a Mumbai a gennaio, ha visto la partecipazione di artisti indiani, di Hong Kong, australiani e tedeschi.
Con il progetto Mumbai Traffic Flowers, Pirelli ha trasformato il chiassoso Soundscape della metropoli indiana in Fiori di Luce, proiettati sui corpi dei passanti. Questo lavoro è stato ripresentato all’Accademia di Brera in occasione del simposio Artisti Oltre Confine.


IDROFONI – UNISONO per Fotodendro e Idropiro

Mostra Mehr Licht More Light, a cura di Olivia Spatola ed Eli Sassoli de Bianchi. Palazzo Bevilacqua Ariosti, Bologna, gennaio 2014. In fondo al salone un IDROFONO è diventato Idropiro. Arde un fuoco blu dentro: un grandioso camino per suo conto alterna bagliori di brace a vampate di fiamma.


Lecture all’università

Light Art e Design della Luce | Pietro Pirelli – Suonare l’acqua


Arpa di Luce – Intervista Biennale di Venezia

Intervista con Pietro Pirelli, Giampietro Grossi e Francesco Murano sull’installazione al Teatro alle Tese in occasione del 55˚ Festival Internazionale di Musica Contemporanea, “Mutanti” (2011)


IDROFONI: Camilla Barbarito canta Idrofono Idropiro


Brano elettroacustico

Pietro Pirelli: Passacaglia per viola ed elettronica – I° esecuzione
Maurizio Barbetti viola
Bibli électronique,Roma, maggio 2006
La composizione è tratta dalla Passacaglia di Heinrich Ignaz Franz von Biber (1644-1704).


IL SUONO LIBERATO – Spazio Krizia

Natale 2005: memorabile concerto in sestetto; musiche di Pietro Pirelli con le Pietre Sonore di Pinuccio Sciola. Mario Arcari/oboe, Maurizio Barbetti/viola, Mauro Gino, Marco Giovinnazzo e Pietro Pirelli/percussioni e Sculture Sonore. Al termine viene suonato un lungo nastro natalizio che penetra la platea…


Artificiale Naturale per mano dell’uomo (by man’s hand)KOREA

Sound-light installation in Haeinsa, the main Korean Buddist Temple. The ice hand has been prepaired for day&night meditation in the temple. The artist&musician Pietro Pirelli has been invited at Haein Art Project 2013 “Maum”


Artificiale Naturale per mano dell’uomo (by man’s hand) ROCCA PAOLINA PERUGIA


GHIACCIO – Trittico dell’acqua solida

Video di Eugenio Manghi sull’installazione del musicista Pietro Pirelli nelle antiche ghiacciaie di Cazzago Brabbia,

3 costruzioni a cupola dove veniva gelosamente conservato il ghiaccio prelevato dal lago per le attività della pesca. In ciascuna ghiacciaia un’opera diversa: nella 3a la famosa installazione interattiva “Musica in voga”. Commissione da Arteatro e AGON, visitata nel luglio 2008 da oltre 1000 persone.


IL SUONO LIBERATO – La pietra Sonante per Giancarlo Sangregorio

Suono Liberato: il musicista incontra lo scultore. Concerto tenutosi nel settembre 2012 presso il Comune di Somma Lombardo. Giancarlo Sangregorio è stato uno dei più importanti scultori italiani viventi. Pietro Pirelli è anche conosciuto per le sue performance con le straordinarie sculture sonore realizzate da un altro grande artista italiano, Pinuccio Sciola. Sangregorio chiede a Pirelli di indagare sul suono della sua pietra ollare, materia che il Maestro ha da sempre scelto per le sue grandi opere plastiche. Ne nasce una collaborazione che sfocia in una nuova serie di opere, presentate e suonate dal musicista varesino in questo concerto.
Pirelli riceve in regalo una grande pietra ollare e lui stesso realizza un’imponente scultura a forma di arpa; con i pezzi sottratti al monolito, al fine di liberarne il suono, ricava un ampio litofono. Pirelli da anni si avvale del prezioso aiuto di Luca Martegani, musicista e ingegnere del suono, che in quest’occasione è presente sul palco. L’attore in scena è Antonio Zanoletti. Il video è di Jacopo Manghi


IDROFONO – BEOPCO

Haensa Temple in Corea del sud, il più importante tempio buddista del Paese, dove decine di migliaia di tavolette sono scolpite con le parole dell’antica sapienza.

Il tempio è vissuto da una comunità di monaci e visitato da centinaia di persone. Tre volte al giorno il suono rituale del grande tamburo, chiamato BEOPGO, della maestosa campana e del tamburo di legno precedono e preparano gli anime per il canto di preghiera. La prima chiamata è alle 3 del mattino.

I tre strumenti stanno in un porticato al centro e vengono suonati da tre monaci in alternanza. I ritmi del tamburo seguono uno spartito immutabile. Il gesto è ampio e rotatorio, evidenziato dai lembi della tonaca bianco rossa. Pietro Pirelli ha il permesso di collocare un idrofono nel portico e lanciare delle proiezioni di luce concentriche nel cerchio del grande tamburo e lampi di luce sul metallo della campana. L’effetto e notevole ma pare qualcosa che non sembri influenzare in alcun modo il gesto immutato e imperturbabile dei suonatori. Il Beopgo pulisce la mente dai dubbi e dalle pene, prima di iniziare le preghiere cantate.

Dopo i ritmi dei i grandi tamburi la grande campana viene fatta vibrare. Il suo suono si sparge con grazia e profondità in ogni luogo per annunciare l’inizio delle attività cerimoniali e per aiutare le menti a capire le verità dell’universo.

The monks play the BEOPGO (Ritual drum) and the great Bell mooving Pietro Pirelli’s IDROFONI.  The artist&musician Pietro Pirelli has been invited at Haein Art Project 2013 “Maum” Sept- Oct. Haeinsa Temple – South Korea


Arpa di Luce/eleven strings

The combination between Lazer Harp & oriental Oud is more than multicultural interaction, it`s about the glowing coexistence between what is authentic and what is technological; Between the 11 strings of the oriental Oud & the 11 strings of the Light Harp (Arpa di Luce), & It`s about the common creative area where Wisam Gibran (Nazareth) & Pietro Pirelli (Varese) meet and get separated at the same time.


IL SUONO LIBERATO – Le apocalissi con le pietre di Pinuccio Sciola

Serata inaugurale Ravenna Festival 2007. Dai testi biblici in greco antico attribuiti a San Giovanni di Patmos, concerto spettacolo di Pietro Pirelli e Elena Bucci con la partecipazione straordinaria di Massimo Cacciari. Live Electronics di AGON/Davide Tiso- Live video di Bibi Bozzato-In scena: Elena Bucci, attrice. Musicisti: Mario Arcari, Mauro Gino e Pietro Pirelli.Ricerca sonora e visiva con le sculture di Pinuccio Sciola e le fibre ottiche. Luci e scene di Elena Bucci.


Vari momenti che hanno costituito l’esplorazione dell’universo sonoro delle Pietre di Sciola, dal primo contatto nel giardino di San Sperate ai vari concerti e installazioni. Oltre all’esplorazione sonora c’è una ricerca per un ascolto luminoso con le fibre ottiche. Pietro Pirelli ha suonato le Pietre in diversissime formazioni vocali- strumentali, in teatro e nel balletto. Commissione Fondazione Banderas (2008).


SUONO LIBERATO, La Roue di Abel Gance

Con le pietre sonore di Sciola musica sulla storica pellicola muta di Abel Gance attorno al dramma del ferroviere Sisif. Musiche di Pietro Pirelli con ensemble ed elettronica. Prima di una serie di spettacoli (il Suono Liberato) in cui Pirelli esplora le Pietre Sonore di Pinuccio Sciola. Commissione STRADE del CINEMA 2003, con Riccardo Sinigaglia, Mauro Gino, Corrado Colliard, Maurizio Barbetti

Video di Luca Bic