Finissage a San Celso

Dopo la serata inaugurale con Alda Caiello il pendolo ha oscillato per 2 settimane nella chiesa di San Celso a Milano – grazie all’interazione con il pubblico – facendo suonare Arpa di Luce.

Giovedì 24 ottobre dalle ore 18.00 FINISSAGE in compagnia di Alessio Fornasetti.

Fino al  25 ottobre, h.17-21 (chiusura lunedì)

Arpa di Luce alla basilica di San Celso

Sabato 12 ottobre 2019 h 18.30 a Milano, Basilica di San Celso, Corso Italia 41 Performance Inaugurale per l’installazione di Arpa di Luce (foto di apertura) che rimarrà fino al 25 ottobre. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Nell’ambito del Festival Milano Musica Pietro Pirelli e Gianpietro Grossi installeranno la loro Arpa di Luce, che attraverserà con le sue corde luminose la Basilica di San Celso.

Dopo quasi un decennio, Arpa di Luce torna a Milano: l’evento è programmato all’interno del 28° Festival Milano Musica- Luca Francesconi/ Velocità del tempo”. Il progetto è prodotto da AGON, il centro di ricerca musicale che nacque nel 1990 proprio dalla volontà di Luca Francesconi e Pietro Pirelli assieme a un gruppo di musicisti sperimentatori.

Il 12 ottobre Pietro Pirelli inaugura l’installazione interattiva suonando l’Arpa di Luce, grande strumento musicale e scultura di luce, accompagnando Col nettare divino, anche la gioia da un frammento di Saffo, brano da lui composto per la voce di Alda Caiello. Il progetto nasce da un’idea di Alessio Fornasetti, eccellente produttore di vino.

Pirelli racconta del sodalizio con Fornasetti: “Ho sempre pensato che ci siano affinità tra musica e vino. Certo le vedo tra il musicista e il creatore di un vino, in quella felice commistione di conoscenze tecniche, sensibilità e voglia di sperimentare. Tra i filari della vigna e le alchimie della cantina ci vuole talento e costanza : ogni anno nasce qualcosa di diverso che solo in parte possiamo prevedere. Anche per imparare a distinguere il carattere di un vino alleniamo i sensi. Quando facevo il liutaio, per scherzo, prendevo a prestito i termini del sommelier per descrivere la personalità di uno strumento, in relazione al legno utilizzato. Funzionava, peraltro il corso sommelier l’avevo frequentato nello stesso luogo milanese dove negli anni Settanta c’era il Jazz Power. Quando ho cominciato a venire a contatto con l’appassionato lavoro di Alessio Fornasetti e a girare fra le sue vigne, l’affinità si espressa in una limpida e brillante amicizia color rosso rubino. Alessio, accompagna il suo nebbiolo con un testo della poetessa Saffo, che mi ha proposto di musicare e di accompagnarne il canto con Arpa di Luce

Ecco alcuni scatti in anteprima:


Save the date

Arpa di Luce, (opera di Pietro Pirelli e Gianpietro Grossi) rimarrà in forma di installazione interattiva dal 12 al 25 Ottobre 2019 nello spazio curato da Angela Madesani, aperta dal martedì alla domenica h 17.-21.00

Il 25 novembre Arpa di Luce riapparirà al Teatro Franco Parenti di Milano, nell’ambito di un concerto di AGON, per eseguire una nuova partitura di Michele Tadini

Info festival MILANO MUSICA: http://www.milanomusica.org/it/
Info Basilica San Celso: https://www.lartquotidien.com
Arpa di Luce https://pietropirelli.it/arpa-di-luce/

Arpa di Luce vola con ICARO

Nell’ambito di CONOSCENZA in FESTA, Università degli Studi di Udine, dalle 20.30 alle 23.00 Pietro Pirelli sarà in Piazza Matteotti con l’Arpa di Luce di Giampiero Grossi per l’evento

“Icaro che guardava le cose dall’alto – l’arte di guardare le cose dall’alto”

il 28 giugno in concerto 

il 29 giugno con l’attore Michele Placido che leggerà

ICARO Ditirambo IV (dall’Alcyone di Gabriele D’Annunzio).

 

 

Arpa di Luce a “Nessun Parli…” una giornata di “Musica e arte oltre la parola”

Oltre cinquecento le scuole di tutta Italia hanno aderito a “Nessun Parli…: musica ed arte oltre la parola”, l’iniziativa promossa dal MIUR per valorizzare la musica e le altre arti. Il 21 novembre presso la sede del Ministero in viale Trastevere a Roma, Pietro Pirelli effettuerà una performance con l’Arpa di luce messa a punto assieme a Gian Pietro Grossi. L’evento è a inviti.

Oltre cinquecento le scuole di tutta Italia hanno aderito a “Nessun Parli…: musica ed arte oltre la parola”, l’iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per valorizzare la musica e le altre arti, anche nella loro declinazione digitale, come elementi centrali della pratica educativa nelle nostre scuole. Una giornata di riflessione e di festa con numerosi artisti ed esperti che saranno ospitati nella sede del Ministero a Roma, in viale Trastevere.

Qui, a partire dalle ore 15:00 e fino alle 21:30, la giornata sarà celebrata con la partecipazione di gruppi musicali, orchestrali e corali delle scuole italiane, ma anche di numerosi e prestigiosi musicisti. Oltre a Pietro Pirelli, che effettuerà una performance con l’Arpa di luce messa a punto assieme a Gian Pietro Grossi, i testimonial della giornata saranno Ennio Morricone, Mogol, Mario Brunello, Paolo Fresu, Giovanni Sollima, Danilo Rea, Peppe Servillo, Paolo Damiani. Sostiene l’iniziativa Paola Cortellesi. Saranno presenti il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli e il Presidente del Cnapm Luigi Berlinguer.

L’ingresso è a inviti.

Il Teatro Nuovo di Udine compie 20 anni… e festeggia con Arpa di Luce

Porte aperte nel week end di sabato 14 a domenica 15 ottobre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine; situato in via Trento, a Udine il grande edificio moderno inaugurato nel 1997 compie vent’anni. Escludendo solo un pugno d’ore nel cuore della notte, il Giovanni da Udine sarà accessibile a tutti con una sequenza fittissima di eventi: performance, mostre, visite guidate speciali, laboratori, conferenze, incontri, party e dj set.

Nelle immagini qui sopra e sotto il titolo alcuni momenti della recente performance artistica al JRC di Ispra (ph. Marco Valenti)

All’interno di questi vivaci festeggiamenti sono previsti i suggestivi giochi di laser, con l’installazione di Arpa di Luce, a cura di Gianpietro Grossi e Pietro Pirelli, ospitata davanti all’ingresso principale del teatro. I festeggiamenti inizieranno sabato 14 ottobre alle ore 17.00 nel foyer. Quasi tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero. Considerata la capienza limitata degli spazi adibiti, è però consigliata la prenotazione – teatro20@teatroudine.it

Luce e suono al JRC di Ispra

Qui sopra una vista ravvicinata di “Trittico”, opera di suono e luce realizzato con i fusti messi a disposizione degli artisti dal JRC. Sopra il titolo un altra mia creazione a tema dal titolo “Radio Drum by man’s hand”

Trittico,  Radio Drum by man’s hand e Arpa di Luce, così s’intitolano le mie tre opere ospitate a partire da venerdì 29 settembre, giorno dell’inaugurazione, fino al 15 ottobre, al JRC di Ispra in occasione dell’evento intitolato Gli Spazi dell’Arte. La disattivazione nucleare: la scienza al servizio delle generazioni future.

L’iniziativa mira ad informare le comunità locali e gli stakeholders sulle attività di disattivazione nucleare del sito di Ispra, sia in corso che future, al fine di renderle più trasparenti ed accessibili al pubblico generale, in conformità con la relativa legislazione italiana in campo nucleare e con la politica di trasparenza della Commissione europea (un interessante articolo sul Sole 24 Ore a questo link). Una cinquantina di artisti sono chiamati a confrontarsi su un oggetto comune,  avendo avuto ciascuno a disposizione fusti metallici dello stesso tipo di quelli che verranno riempiti da guanti, tute e quant’altro è rimasto contaminato durante i decenni di attività nucleare del Centro.

Suonerò Arpa di luce per gli amici anche sabato 7 ottobre a partire dalle ore 14.30 che potrebbe essere l’occasione migliore per chi vuole visitare la mostra. Attenzione però che per accedere bisogna necessariamente accreditarsi via link (vedi sotto) con almeno 5 gg di anticipo. Va anche detto che il funzionamento dell’arpa non sarà garantito il fine settimana del 14 e 15 ottobre.

__________

Orari d’apertura:

  • Dal lunedì al giovedì: dalle 10.00 alle 13.00 per scuole e gruppi organizzati;
  • Sabato e domenica: dalle 11.00 alle 17.00 per il pubblico generale.

L’ingresso è libero previa registrazione: https://web.jrc.ec.europa.eu/rem/art.html#/meeting-view-screen/ È possibile registrarsi online dal 1° settembre 2017 e fino a 5 giorni prima della data scelta per la visita. IT: “Per informazioni: JRC-ART-SPACES@ec.europa.eu

 

 

Arte e decommissioning al JRC di Ispra

Parteciperò con alcune mie opere a settembre al progetto “Gli Spazi Dell’arte” al JRC di Ispra, che viene presentato venerdì 9 giugno in conferenza stampa.

In linea con la propria politica di trasparenza e nel contesto delle attività di informazione alle comunità locali, il Joint Research Centre (JRC) della Commissione Europea intende presentare il programma volto a smantellare le istallazioni nucleari e gestire i rifiuti radioattivi.
A questo scopo, il JRC organizza dal 29 settembre al 15 ottobre 2017 un evento artistico-scientifico come connubio fra scienza, tecnologia e arte contemporanea.
Nell’arco di due settimane saranno esposte una cinquantina di opere in un percorso artistico associato ad esibizioni, all’interno dell’istallazione realizzata per essere il deposito temporaneo (Interim Storage Facility – ISF) dei rifiuti radioattivi prima del loro allontanamento definitivo dal sito di Ispra.

Venerdì 9 giugno 2017 – ore 11.15 – 12.15
Conferenza stampa
Intevengono:
Maria BETTI, Direttore Nuclear Safety and Security, JRC.
Paolo PEERANI, Capo Unità Disattivazione Nucleare, JRC.
Antonio BANDIRALI, Comitato Culturale, JRC
Sandro PARMIGGIANI, Curatore artistico dell’evento
Pietro PIRELLI, Compositore, percussionista, artista del suono e della luce
Luca MISSONI, Creativo
Marcello MORANDINI, Architetto, scultore e designer
Modera: Riccardo CASALE, Consigliere per la Disattivazione Nucleare, JRC\