Napoli s’illumina di suono

Pietro Pirelli è invitato dall’Associazione Culturale  ART1307 Napoli/Los Angeles a realizzare una mostra di Idrofanie a Villa Di Donato

Il vernissage si terrà  il giorno venerdì 23/11/2018 ore 18:30 con una performance di Idrofoni mossi dal violoncello di  Manuela Albano. La mostra durerà fino al  21/12/2018.

Villa Di Donato, Piazza S. Eframo Vecchio – Napoli

http://www.art1307.com

La mostra sarà preceduta da due importanti appuntamenti:


all’interno della Cappella del Pio Monte della Misericordia:

  • mercoledì 21 novembre: dalle h 19.00: performance di Idrofoni di Pietro Pirelli assieme alla Violoncellista Manuaela Albano
  • fino al 22 dicembre: esposizione nella cappella di idrofanie in lightbox

Pio Monte della Misericordia, Napoli, via dei Tribunali, 253 https://www.piomontedellamisericordia.it/

Il Pio Monte della Misericordia è un’istituzione benefica fondata nel 1602. Nella cappella ospita importanti opere come il dipinto Le opere della Misericordiadi Caravaggio, 1607.

Nelle sue sale anche una sezione con oltre 40 lavori artisti contemporanei di primo piano, tra cui Anish Kapoor, Mimmo Jodice, Mimmo Paladino, Joseph Kosuth, Jannis Kounellis, Giberto Zorio, Francesco Clemente, Gordon Douglas.


al PAM (Palazzo delle arti di Napoli)

  • Giovedì 22 novembre h17.00conferenza attorno alla Light Art e alla ricerca artistica di Pietro Pirelli. Assieme alla Professoressa Gisella Gellini curatrice dell’annuario Light Art in Italy – Temporary Installations e Pietro Pirelli. Evento a cura di Cynthia Penna.

http://www.art1307.com/pietro-pirelli-pan/

PAM, Palazzo Roccella in via dei Mille n. 60.

 

Su Radio3 Suite Magazine un’intervista di luce e suono

È andata in onda a settembre un interessante intervista condotta da Guido Barbieri di Radio3Suite in cui Pietro Pirelli racconta la sua ricerca artistica tra luce e suono. L’intervista dura circa 21 minuti e può essere ascoltata in streaming sul sito di Radio3 cliccando sull’immagine qui sotto.

ArtificialeNaturale recall

Da non perdere:

ArtificialeNaturale per mano dell’uomo

L’installazione live di Pietro Pirelli, ha incantato i molti visitatori venuti in questi giorni.

Alcuni si sono soffermati per lungo tempo a contemplare il lento evolversi sonoro e visivo generato dalla fusione della mano di ghiaccio

Solo fino a domenica, dalle h 17.30 alle 20.00 nel piccolo oratorio di Villa Mirabello, a Varese, accanto all’ingresso dei Musei Civici

NATURE URBANE 2018

This slideshow requires JavaScript.

“Artificiale naturale per mano dell’uomo” – Nature Urbane -Varese 2018

Haen-sa Temple, Corea

Da giovedì 20 a domenica 30 settembre (h17.00/20), a Villa Mirabello, nel  cuore della città giardino – che sarà in quei giorni teatro di Nature Urbane, festival del paesaggio fortemente voluto dall’attuale amministrazione per rilanciare il ruolo di Varese tra le città  portatrici di alti valori artistici e naturalistici – sarà visitabile l’installazione di Pietro Pirelli “artificiale naturale per mano dell’uomo”.

L’opera, che fu alla Rocca Paolina di Perugia (Greendays maggio 2012)  e per un mese a Haein Art Project (tempio di Haeinsa, Corea del Sud, Autunno 2013) entra in risonanza con le architetture dei luoghi (in questo caso un delizioso oratorio annesso alla villa) e può evocare il complesso rapporto tra l’azione umana e la trasformazione dell’ambiente naturale, che è uno dei temi fondativi del festival Nature Urbane.

Giovedì 20 settembre alle ore  17:30 l’opera sarà inaugurata con una conferenza intitolata Suono Liberato , in cui Pirelli racconterà della sua poliedrica ricerca artistica  e in particolare l’esplorazione dell’universo sonoro della pietra, avvenuta dopo il fondamentale incontro con lo scultore Pinuccio Sciola.


ARTIFICIALE NATURALE PER MANO DELL’UOMO

Opera-installazione di Pietro Pirelli

Oratorio di Villa Mirabello
Piazza Motta, 4

Inaugurazione: giovedì 20 settembre, ore 17.30

Giorni e orari: dal 20 al 30 settembre, tutti i giorni, dalle ore 17.00 alle 20.00

Maggiori informazioni  sul sito www.natureurbane.it

Sogno di acqua e luce a Udine

Una magnifica serata di suoni e luci si è svolta a Udine il 7 settembre scorso  ha visto protagonisti gli idrofoni di Pietro Pirelli.

All’interno del vasto parco Sculture in Braida, esposizione all’aperto di opere contemporanee a cura della galleria Copetti di Udine,  due installazioni di lampade sensibili con performance musicale di Pirelli. A conclusione  un prezioso commento dell’epistemologo Gabriele De Anna.  Un breve video del backstage:

Accanto all’idrofono, luce e materia viva offerta all’azione interattiva del pubblico, sono state presentate alcune idrofanie, rappresentazioni bidimensionali delle straordinarie figurazioni luminose che questo strumento è in grado di realizzare.

Le opere sono in vendita presso la galleria  Copetti di Udine.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare il n. 335 8096532

 

Arpa di Luce vola con ICARO

Nell’ambito di CONOSCENZA in FESTA, Università degli Studi di Udine, dalle 20.30 alle 23.00 Pietro Pirelli sarà in Piazza Matteotti con l’Arpa di Luce di Giampiero Grossi per l’evento

“Icaro che guardava le cose dall’alto – l’arte di guardare le cose dall’alto”

il 28 giugno in concerto 

il 29 giugno con l’attore Michele Placido che leggerà

ICARO Ditirambo IV (dall’Alcyone di Gabriele D’Annunzio).

 

 

The migrant nation – IV AGON action LAb – 27 maggio 2018

domenica 27 maggio 2018 ore 21.00

Teatro Franco Parenti

via Pier Lombardo 14, Milano

drammaturgia Guido Barbieri

musica Michele Tadini

video Diego Ronzio

Sostiene Vladimir Nabokov che “patria è la lingua in cui si sogna”. Si potrebbe aggiungere che patria è anche la lingua in cui si scrive. Lo sanno bene i migranti e i migrati che dopo aver vissuto l’esperienza traumatica dell’abbandono delle loro terre sono approdati non solo ad un nuovo paese, ma anche ad una nuova lingua. E molti di loro l’hanno usata, e la stanno usando, per raccontare sé stessi. Un modo per acquisire, di fronte al silenzio colpevole dello stato, un privato, intimo ius soli.  “The Migrant Nation” raccoglie quattro “scrittori” – nel senso lato di donne e uomini che scrivono – provenienti da quattro diversi angoli del mondo: la Nigeria, il Camerun, la Serbia e l’Albania. E fa ascoltare le loro voci. Voci che traducono in suoni le loro parole scritte. Le loro auto narrazioni. A legare insieme le “autobiografie migranti” ci sarà il filo di una favola: una favola africana che coniuga al presente il mito universale dell’Histoire du soldat: la storia di un violino e di un soldato, di un diavolo e di una principessa. E della musica che salva l’anima di un uomo. Una storia che racconta una migrazione senza fine, nel tempo e nello spazio. 

Guido Barbieri voce narrante

Pietro Pirelli pietre e metalli

Michele Tadini live electronics

con la partecipazione di

Judith Ngome Ekwele

Milivoje Ametovic

Elona Aliko

Azzurra

e con i partecipanti al lab dalla Civica Scuola di Cinema e Musica

Maurizio Berta

Tarek Bouguerra

Vittorio Duò

Filippo Ripamonti

AGON action LAb

ingresso € 10,00 – ingresso ridotto con tessera AGON

in collaborazione con

Fondazione Archivio Diaristico Nazionale

DiMMi  – Diari Multimediali Migranti

con il contributo di

SIAE  Classici Oggi

CIDIM

Memorie di pietra

Domenica 13 maggio al teatro Il Maggiore di Verbania andrà in scena “Memorie di pietra”, un’installazione coreografica che mi vede di nuovo alle prese con le sculture sonore di Pinuccio Sciola . Il pubblico è seduto in cerchio e le opere sono disposte al centro, in una sorta di spirale come “un gioco dell’oca”, dove, come è noto, non vi è mai una progressione diretta alla meta, ma altalenante. L’attenzione è focalizzata sull’evoluzione umana. Le pietre infatti sono disposte come tappe di un percorso evolutivo discontinuo sfrondato ovviamente di ogni suggestione didascalica. L’ installazione prevede la partecipazione attiva del pubblico alla generazione dei suoni e la conseguente reazione dei danzatori e del musicista/autore alle dinamiche sonore prodotte, creando ogni volta eventi coreografici differenti basati però su un “canovaccio” precostituito.


MEMORIE DI PIETRA
COMPAGNIA EGRIBIANCODANZA diretta da SUSANNA EGRI
13 maggio 2018 ore 19:00 / 21:00
Verbania Il Maggiore di Verbania

Ideazione e coreografia Raphael Bianco
Assistente alla coregrafia Elena Rolla
Maitre de ballet Vincenzo Galano
Sound concept e concert live Pietro Pirelli
Sculture sonore Pinuccio Sciola
Luci Enzo Galia
Costumi Marta Scarampi
Danzatori Elisa Bertoli, Maela Boltri, Saverio Cifaldi,Vincenzo Criniti, Vanessa Franke, Vincenzo Galano, Cristian Magurano, Alessandro Romano

 

INFO e PRENOTAZIONI:
rivolgersi alla biglietteria del teatro o attraverso il sito http://www.ilmaggioreverbania.it/it/biglietti

 

Idrofoni e idrofanie a MIA PHOTO FAIR

Dal 9 al 12 marzo Pietro Pirelli sarà presente a Milano a MIA PHOTO FAIR, stand dello Studio Bernè – Progetto a 4 mani – proponendo una nuova serie di Idrofanie realizzate in light-box. Verrà anche mostrato  l’Idrofono Tamburo.

from 9 to 12 March at The Mall
Porta Nuova – Piazza Lina Bo Bardi 1 – Milano

TIMETABLES
 Friday 9 March from 12.00 am to 9.00 pm
 Saturday 10 March from 11.00 am to 8.00 pm
 Sunday 11 March from 11.00 to 8.00 pm 
 Monday, March 12th from 11.00 to 8.00 pm

Si ringraziano il fotografo Eugenio Manghi e Roberto Bernè per il loro prezioso contributo.

Sound track di pietre per il nuovo film di Victor Tognola

“Asragordom – la libertà perduta” il lungometraggio di Victor Tognola per il quale ho composto le musiche originali, avvalendomi della collaborazione del  soundesigner Luca Martegani, è stato finalmente completato e verrà proiettato in anteprima in Ticino (CH) ad Acquarossa al Cinema teatro il 21 febbraio alle ore 20.30 (uscita autostrada Biasca – Valle di Blenio) il regista si raccomanda di arrivare in anticipo perché la sala contiene soltanto 180 posti.
Le musiche sono state realizzate quasi esclusivamente con suoni di pietre percosse e strisciate, ad evocare le aspre montagne in cui vivono le persone che il regista invita a testimoniare.
Un anteprima del film è visibile al link  https://vimeo.com/255045869   inserendo la password Pompelpei