[:it]PietroPirelli foto missoniPietro Pirelli è compositore, percussionista, artista del suono e della luce. Compone musica, inventa strumenti, esplora le sonorità di ogni materia, realizza installazioni, trasforma il suono in immagini. Le sue opere sono apprezzate in ambito internazionale dove Pirelli è conosciuto come performer multisensoriale. Fuori dall’Europa ha operato in Israele, India, Corea, Stati Uniti e Giappone. Ha portato sulla scena materie come acqua, pietra, metallo. Allestendo le sue postazioni sonore, ha sconfinato nella scultura, nella scenografia, e ultimamente realizza opere visive originate dal suono.

Pirelli è fortemente legato al rapporto  con la fisicità della materia e al gesto. Ad essi abbina le tecnologie digitali che ha conosciuto a fondo durante la sua lunga collaborazione con il centro milanese AGON, di cui è socio fondatore nel 1990. Pirelli suona pure l’immateriale, ovvero la luce. Entrata a far parte delle sue straordinarie performance e installazioni multisensoriali, anche la luce, al pari del suono, fa musica. Sempre affascinato dal rapporto fra scienza e arte dei suoni, nelle sue opere mette in gioco la bellezza di fenomeni fisici oscillatori come il pendolo, il moto ondoso dell’acqua, o le teorie dei frattali. Estrae la voce da diversi elementi, fa musica con rami e foglie o trasforma  il paesaggio sonoro della metropoli in  fiori di luce. Le sue grandi installazioni reinterpretano i luoghi che le ospitano mutandone  la percezione. Con queste opere-perfomance Pirelli ha portato il risultato della sua ricerche in sale da concerto, musei, palazzi, ambienti naturali, luoghi di culto, strade e piazze in tutto il mondo.

 

 [:en]PietroPirelli foto missoni

L’artista Pietro Pirelli è compositore, percussionista, esploratore del suono, inventore di strumenti.

Il suo lavoro è apprezzato anche all’estero dove si è proposto come musicista e artista multisensoriale. Durante la sua vasta esperienza di performer, ha portato sulla scena materie come acqua, pietra, metallo. Allestendo le sue postazioni sonore, ha sconfinato nella scultura, nella scenografia, e ultimamente realizza opere visive che hanno origine dalle onde sonore.

Pirelli ha operato anche in Israele, India, Corea, Stati Uniti e Giappone.

Tra i fondatori di AGON nel 1990, utilizza le tecnologie elettroniche, senza però perdere il contatto con la materia e il corpo. Pirelli suona pure l’immateriale, ovvero la luce. Entrata a far parte delle sue straordinarie performance e installazioni multisensoriali, anche la luce, al pari del suono, fa musica. Sempre affascinato dal rapporto fra scienza e arte dei suoni, nelle sue opere mette in gioco la bellezza di fenomeni fisici oscillatori come il pendolo, il moto ondoso dell’acqua, o le teorie dei frattali. Estrae la voce da diversi elementi, fa musica con rami e foglie o trasforma  il paesaggio sonoro della metropoli in un fiori di luce. Le sue grandi installazioni reinterpretano i luoghi che le ospitano mutandone  la percezione. Con Vertical Circular, posizionando  musicisti a grande distanza fra loro, traccia traiettorie di suono per un pubblico itinerante. Dopo aver conosciuto lo scultore Pinuccio Sciola, con il progetto Suono Liberato ha portato in scena complesse postazioni di pietre sonore, alcune delle quali da lui stesso scolpite. Con Gianpietro Grossi ha sviluppato la grande Arpa di Luce. Ha inventato gli IDROFONI, con i quali suona l’acqua producendo straordinarie proiezioni luminose, che trasforma in opere visive chiamate Idrofanie.. Con Naturale Artificiale accosta laser, suono elettronico, ghiaccio e pietra. Laser Wave Pendulum nasce dall’incanto della musica silenziosa generata da una linea di pendoli attivati simultaneamente.

Con queste opere-perfomance Pirelli ha portato il risultato della sua ricerche in sale da concerto, musei, palazzi, ambienti naturali, luoghi di culto, strade e piazze in tutto il mondo.

Vertical Circular posizionando  musicisti a grande distanza fra loro traccia traiettorie di suono per un pubblico itinerante
Suono Liberato nasce dalla collaborazione con lo scultore Pinuccio Sciola e porta in scena complesse postazioni di pietre sonore
Arpa di Luce sviluppata con Gianpietro Grossi trasforma grandi spazi architettonici in strumenti musicali
Gli Idrofoni fanno suonare l’acqua producendo Idrofanie, straordinarie proiezioni luminose
Naturale Artificiale accosta laser, suono elettronico, ghiaccio e pietra.
Laser Wave Pendulum nasce dall’incanto della musica silenziosa generata da una linea di pendoli attivati simultaneamente.[:]